ptialorrea

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2016 alle 23:52

Dal  greco πτύαλον (ptýalon→saliva» e e ῥέω «(reo→scorrere): spesso usato come sinonimo di ptialismoipersalivazione, indica la scialorrea, ovvero un notevole aumento della quantità di saliva contenuta nel cavo orale, associata o meno ad un incremento della produzione salivare. La quantità di saliva emessa nelle 24 ore può arrivare a parecchi litri; l’eccessiva quantità di saliva che permane nella bocca e tende a colare dalle labbra. Si osserva nelle infiammazioni o irritazioni meccaniche della cavità orale; in molte malattie croniche gastrointestinali o nei casi di intossicazione organica (specialmente da mercurio); come fenomeno riflesso per eccitazione della sfera dell’apparato genito-ormonale (come in caso di gravidanza); in differenti tipi di encefalopatie (paralisi bulbare, ecc.), e come una neurosi simpatica primitiva (scialorrea essenziale), o sintomatica di una nevrosi generale (isterismo, epilessia, neurastenia).

« Indice del Glossario