valvola conni­vente

ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2020 alle 23:57

definizione

Dette anche pieghe circolariplicae circulares») o valvole di Kerckring , sono sottili pliche permanenti della mucosa dell’intestino tenue, disposte trasversalmente al suo asse maggiore; sporgono nella lume intestinale, distribuendosi per quasi totalità della lunghezza, a partire dalla porzione discendente del duodeno diradandosi mano a mano che si avvicinano alla valvola ileo-cecale.

Sono le pieghe circolari della mucosa dell’intestino tenue, dovute ad ispessimenti della sottomucosa, che aumentano notevolmente la superficie della mucosa stessa, permettendole una considerevole indipendenza dalla sottostante tonaca muscolare: raramente estese in forma di anello completo per tutta la circonferenza dell’intestino, distano indicativamente 6 ÷ 8 mm l’una dall’altra e sono di pari altezza; sono grandi e spesse al digiuno e si riducono notevolmente in dimensione distalmente nell’ileo per scomparire completamente nelle anse dell’intestino ileale distale.

Il loro scopo è di rallentare il transito del chimo e di aumentare la superficie di mucosa a contatto con il materiale alimentare, favorendo così i processi assorbitivi. Sono dette “conniventi” perchè, “assentono”, cioè facilitano, il normale movimento peristaltico, facilitando il flusso ortodromico e svolgendo una limitata azione valvolare, riducendo la possibilità di flussi retrogradi ma anche perchè “convergono”; «valvulae conniventes», significa “piccole valvole convergenti”: il termine deriva dal latino valvula, il diminutivo di valva che significa piccola valvola, e conniventes, è la forma plurale del participio presente del verbo “conniveo” che significa convergere.

« Indice del Glossario