Sindrome
della Valvola Ileo-Cecale

ultimo aggiornamento: 17 Agosto 2017 alle 13:28

una valvola “irritabile” (pagina 1)  ← torna

valvola “aperta” o valvola “chiusa”?

Oltre ad essere responsabile, in alcuni casi delle manifestazioni tipiche del “Colon Irritabile”, l’infiammazione della valvola è coinvolta in molteplici manifestazioni. Si spiegano così molti dolori in fossa iliaca destra scambiati per appendicite, spesso accompagnati da mal di testa, stanchezza, irritabilità, occhiaie e sintomatologie eterogenee a livello intestinale.

Nelle donne, si possono creare dolori e dismenorree, poiché quelli che sono identificati come dolori ovarici, possono essere l’espressione dell’infiammazione della Valvole Ileocecale, con interessamento del legamento di Cleyet. Talvolta l’alterazione è responsabile della dispareunia.

valvola ileo-cecale

Altri sintomi che si riscontrano spesso sono dolori improvvisi, strani che vanno e vengono, e si spostano da una parte all’altra del corpo, come dolori lombari, sacrali o localizzati alla spalla (prevalentemente destra) o al ginocchio destro; dolori intercostali o pericardici.

Si può verificare sublussazione dell’articolazione sacro-iliaca, omolaterale, ma anche controlaterale o bilaterale, con conseguente squilibrio fra l’azione del muscolo psoas e il muscolo piriforme; posture pelviche di vario tipo, che possono divenire causa scatenante di cefalee, mal di testa, nausee, tinnitus o acufeni. Esiste inoltre una relazione diretta fra la presenza di un’alterazione della valvola ileocecale e il peggioramento della funzionalità gastrica: spesso occorrono casi di pseudo-ipocloridria, (disturbi digestivi che simulano una mancanza di acido cloridrico nello stomaco), mentre in una certa percentuale di casi si osserva una reale insufficienza digestiva.

Il Kinesiologo Transazionale attraverso l’uso di test muscolari specifici è in grado di verificare se la valvola funziona in modo corretto e se i disturbi sono da addebitarsi ad un suo eventuale malfunzionamento. Una volta che sia stata la presenza di uno squilibrio, è possibile identificarne le cause e attuare le necessarie correzioni e integrazioni per risolvere il problema e permettere al corpo di ritrovare il suo equilibrio.

francesco gandolfi

risorse:

     → colite spastica: la Sindrome dell’Intestino Irritabile