roncopatia

« Indice del Glossario

Dal greco ρόγχος (rhonchòs → onomatopea che indica il rumore rauco o gorgogliante, ovvero un rumore forte e irritante, prodotto durante il sonno), indica il russamento, l’atto del russare. Da un punto di vista anatomico è dovuta alla perdita di tono dei muscoli del palato molle, compresi quelli dell’ugola: provocato dalle vibrazioni degli organi e strutture poste nel retro della la bocca e il naso ( palato molle, l’ugola, parete posteriore della gola, tonsille, lingua e dl’epiglottide), che strofinando l’una contro l’altra, ostacolano il normale flusso dell’aria durante la respirazione. Il motivo per cui il fenomeno si verifica più frequentemente durante il sonno, anche in condizioni fisiologiche, dipende dal fatto che in questa fase, il tono muscolare si riduce rendendo più collassabili la lingua e le pareti della faringe, mentre la posizione supina induce per gravità la caduta all’indietro della lingua e del palato molle, favorendo l’ostruzione delle vie aeree. Nei casi più gravi sono presenti delle vere e proprie apnee notturne che possono portare ad una “Sindrome delle Apnee Ostruttive nel Sonno” (OSAS), che può divenire causa di gravi disturbi sistemici.

« Indice del Glossario