flessione plantare

« Indice del Glossario

ultimo aggiornamento: 16 gennaio 2018 alle 19:17

Detta anche “plantarflessione“: è il movimento che consente di sollevarsi sulle punte del piede o puntare il piede verso il pavimento, grazie alla flessione dell’arco plantare; il movimento opposto è detto dorsiflessione. I due movimenti contrapposti sono possibili grazie alla particolare configurazione dell’articolazione della caviglia: Il talo (o astragalo) prende posto all’interno del mortaio, la concavità formata dalle estremità inferiori di tibia e perone, mentre il calcagno funge da punto d’inserzione per il legamento tibio-calcaneale e il legamento calcaneo-fibulare, fondamentali per la stabilità articolare). I muscoli che favoriscono la flessione plantare del piede sono:

  • muscolo soleo;
  • muscolo gastrocnemio;
  • muscolo plantare gracile;
  • muscolo flessore lungo dell’alluce;
  • muscolo flessore lungo delle dita dei piedi;
  • muscolo tibiale posteriore;
  • muscolo peroneo lungo;
  • muscolo peroneo breve.

Il muscolo peroneo lungo, nella sua contrazione provoca una leggera intrarotazione ed inversione del piede, mentre peroneo breve ed tibiale posteriore sono extrarotatori ed eversori.

« Indice del Glossario