mastodinia ormonale

ultimo aggiornamento: 14 aprile 2017 alle 16:43


La mastalgia è un dolore mammario, presente in una o entrambe le mammelle, che, spesso, rappresenta la manifestazione clinica di uno squilibrio estro-progestinico, cioè una alterazione di quei complessi rapporti fra il sistema neuro-endocrino e gli “organi bersaglio” che hanno il compito di predisporre l’organismo alla riproduzione. Questa sindrome viene definita con vari termini, equipollenti, che vogliono, di volta in volta, sottolineare alcuni aspetti di questo disturbo così frequente fra le donne; se si parla di mastodinia ormonale, si vuole sottolineare la relazione fra l’attività ormonale e l’insorgenza delle manifestazioni dolorose, che spesso hanno una valenza emotiva e ripercussioni sullo stato psicologico di chi è colpito dal dolore.

Quando si utilizza il termine mastodinia ciclica (o ciclo-dipendente), invece, si vuole sottolineare la ripetitività e la periodicità delle manifestazioni, in quanto legate al ciclo mestruale. Viene definita, per questo, anche mammalgia catameniale: infatti il dolore si manifesta, con maggior frequenza, nei giorni che precedono il ciclo mestruale, spesso accompagnato da mazoplasia e, talvolta da emicrania catamenialeChi soffre di questo disturbo avverte, generalmente nel periodo premestruale, una dolenzia che interessa entrambe le mammelle, anche se, raramente, il dolore è monolaterale; la manifestazione algica ha la tendenza a scomparire in modo progressivo, man mano che il flusso mestruale diminuisce. Inizialmente, on genere, il dolore viene percepito nella parte più alta della ghiandola mammaria, per poi irradiarsi in modo progressivo verso l’ascella e la parte interna delle braccia. I sintomi e i segni che caratterizzano la mastodinia ciclica sono tensione mammaria, turgore, gonfiore e sensazione di pesantezza, che può manifestarsi come mazoplasia, talvolta accompagnata dalla formazione di alcuni noduli del tessuto mammario: la donna riferisce spesso difficoltà nel toccare il seno dal momento che ciò può procurare un certo fastidio, per la presenza di edema localizzato e tensione mammaria. Colpisce soprattutto le donne in giovane età: di norma l’età media, in cui si registra questo tipo di dolore mammario, è circa 30 anni, ma non mancano casi di mastodinia ciclica in soggetti molto più giovani (15-16 anni). 

Talvolta il dolore mammario catameniale è associato alla mastopatia fibrocistica oppure complicato da ectasia duttale; può essere scatenato o peggiorato dall’assunzione di farmaci, come gli anti-ipertensivi e gli antidepressivi, che possono influire sugli equilibri ormonali, o da alcuni tipi di contraccettivi orali.

francesco gandolfi

continua → seno dolente: algia ormonale (pagina 2)
 mammalgia catameniale & stress (pagina 3)
 “scar reintegration”: mastalgia post-chirurgica (pagina 4)