Entero-Colite Spondilogenetica
& IBS Neurogena

ultimo aggiornamento: 11 aprile 2017 alle 16:48

dal centro alla periferia e viceversa

È possibile che i problemi disfunzionali o irritativi dell’apparato gastro-intestinale possano derivare da squilibri dalla colonna vertebrale, da alterazioni funzionali del midollo spinale o da stati flogistici dei tessuti fasciali che lo rivestono?

La relazione fra disturbi gastro-enterici (Sindrome dell’Intestino Irritabile, Sindrome della Valvola Ileo-Cecale o della Valvola di Houston, Leacky Gut Syndrome …) e mal di schiena è ampiamente nota: è possibile riconoscere un’azione di “facilitazione segmentale” da parte delle innervazioni provenienti dai visceri a livello del midollo spinale o del tronco cerebrale.

riflessi spinaliQuando il Sistema Nervoso Centrale, in particolare il midollo spinale ed il tronco encefalico, sono soggetti ad un importante incremento di stimoli sensitivi provenienti dalla periferia, si verifica un fenomeno di “attivazione” delle regioni in grado di incrementare la reattività muscolare o viscerale. Questo fenomeno è una risposta all’iperstimolazione delle aree situate nel corno posteriore del midollo spinale, che ricevono informazioni sensitive dalla periferia e fungono da trigger, cioè “grilletti” in grado di innescare una serie di reazioni a cascata, e mettere in azione le sinapsi cellulari in grado di incrementare il “tono” dei neuroni presenti nei neuromeri associati a quel distretto corporeo: esiste un Sistema “Reticolo-Attivante” che, stimolato dalle informazioni afferenti, svolge una funzione “eccitatoria” sul Sistema Nervoso, rendendolo “pronto a reagire” ed a stimolare, in particolar modo, i neuroni efferenti. Come conseguenza si innescano reazioni di contrazione difensiva a livello della muscolatura (prevalentemente paravertebrale), ma anche una contestuale attivazione del Sistema Ortosimpatico e un’aumentata reattività (o un’inibizione) della funzionalità degli organi.

In pratica, quando un organo, un viscere o un tessuto periferico è in uno stato di perturbazione o irritazione, le terminazioni nervose sensitive, presenti al suo interno, inviano segnali al segmento di midollo spinale (mielomero) che gli corrisponde come area di innervazione (informazione nervosa centripeta dal viscerotomo al neurotomo di riferimento), scatenando una reazione adattativa/difensiva con attivazione del miotomo associato (incremento della risposta nei muscoli che condividono l’innervazione dei visceri in quel particolare segmento di tessuto nervoso) e aumento dello stato di tensione generalizzato.

francesco gandolfi

continua → organi & muscoli: una relazione biunivoca (pagina 2)
→ lesioni spinali e Sindrome dell’Intestino Irritabile (pagina 3)
disturbi disfunzionali intestinali: dissergie spondilogenetiche (pagina 4)

risorse:
     → colite spastica: la Sindrome dell’Intestino Irritabile

Lascia un commento